Benvenuti

sul portale dedicato alla città di Mercato S. Severino

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Cultura Venerdi 11 Ottobre ore 17.00 Convegno sull’ istruzione per adulti
Venerdi 11 Ottobre ore 17.00 Convegno sull’ istruzione per adulti PDF Print E-mail

Scriptorium

Un convegno incentrato sulla promozione culturale e sull’istruzione degli adulti a Mercato S. Severino e dintorni: è quanto organizzato, per venerdì 11 ottobre – alle 17 – presso l’auditorium delle scuole del Primo Circolo (in via Municipio) proprio a S. Severino. Sarà una proficua occasione per discutere dei cogenti e attuali, scottanti temi relativi all’educazione proprio in età adulta. L’incontro, in onore e in memoria del compianto educatore Orlando Ruggiero – che agì negli anni ’60 e ’70 nel comprensorio, quale insegnante e maestro – si intitola: “Promozione culturale e istruzione degli adulti a Mercato S. Severino, ieri e oggi. Esperienze, testimonianze e riflessioni a cinquant’anni dall’istituzione del Centro sociale di educazione permanente (Csep-Mpi) e del Centro di servizi culturali Unla-Casmez in Mercato S. Severino”.

Tanti gli interventi in tale manifestazione, fortemente voluta e propugnata dall’ispettore scolastico Umberto Landi – in qualità di presidente del club Unesco di Baronissi – e dal dirigente scolastico Laura Teodosio, responsabile del succitato Primo Circolo didattico. Tra i relatori, dopo gli indirizzi di saluto della Teodosio; di Enza Cavaliere – assessore alle Politiche Culturali; di Ornella Pellegrino, dirigente del Centro provinciale istruzione adulti (o Cpia), ci saranno: Renata Cavaliere, Maria Carmela Concilio, Nicola D’Angelo, Erminia D’Arco, Massimo Del Regno, Adele De Simone, Andrea Manzi, Rosario Pesce, Giuseppe Rescigno, Giovanni Romano ed Eugenio Zambrano. Alcuni di questi intervenuti sono docenti e/o presidi, altri sono esperti del settore. Naturalmente, il dibattito gode del patrocinio morale del Comune. Per allestire il tutto, si è assistito alla collaborazione tra il club per l’Unesco di Baronissi; il Primo Circolo di S. Severino e le istituzioni scolastiche irnine – come il Centro provinciale per l’istruzione degli adulti (o Cpia). Si tratta di una realtà che - da alcuni anni - svolge le funzioni formative una volta competenza dei Centri territoriali di educazione permanente. Ad esplicare ciò che effettua il Cpia oggi, sarà la stessa relatrice Ornella Pellegrino. L’incontro è però quasi un “ponte” tra passato e presente, in quanto intende anche ricostruire le esperienze educative (per senior od over 18) come realizzate – a Mercato S. Severino e nelle zone limitrofe – a partire dai fermenti degli anni Cinquanta. Un periodo, di certo, “ruggente” – in cui operavano, più o meno “notoriamente”, docenti e intellettuali “dotati di sensibilità etico-civili tali – scrive Umberto Landi in una nota – da attivare quelli che i Francesi chiamano processi auto-sviluppativi dei contesti socioculturali territoriali”. Grazie a queste “presenze significative – afferma ancora Landi – e alla convergenza di più soggetti, istituzionali ed associativi, superati i limiti degli anni ’50 Mercato S. Severino conobbe un periodo assai vivace di iniziative culturali; tra questi il Rota Club, che nel 1965 organizzò un riuscito convegno su La scuola a Mercato S. Severino”. E, prosegue subito Landi: “Vi erano molti altri fermenti culturali. Intanto l’Unla – Unione nazionale per la lotta contro l’analfabetismo – aveva istituito un Centro di cultura popolare, che insieme al Centro di lettura (Mpi) promuoveva incontri e vivaci dibattiti”. Delle azioni positive, senz’altro, che vennero “premiate” con l’istituzione di altre strutture di promozione (sempre istruttive) – con funzioni superiori e più incisive. Nel 1969, il Mpi trasformò il Centro di lettura in uno dei primi Centri sociali di educazione permanente. Inoltre, la Cassa del (per il) Mezzogiorno destinò nella cittadina un Centro di servizi culturali – dotato di una biblioteca di seimila volumi – in cui si svolgevano cineforum, incontri, mostre, rassegne didattiche, eccetera. Nel comunicato di Umberto Landi si legge, infine: “Un singolare animatore (operatore) culturale, presente in tali processi (dentro i quali si muovevano anche Gino Noia e i professori Cancro, Manzi, Negri, Pesce, Rescigno e altri) fu sicuramente Orlando Ruggiero, alla cui memoria è dedicato il convegno; un convegno che vuol essere – chiosa l’ispettore – anche un omaggio a S. Severino, alla sua storia recente e a quanti in quegli anni contribuirono a dare vita ad un clima socio-culturale aperto e con dinamiche emancipative e comunitarie”. A S. Severino l’educazione (anche permanente) dei soggetti in età matura camminò di pari passo con l’istruzione per adulti di livello nazionale; in questo percorso vengono evidenziate numerose e importanti “tappe” del processo di istruzione e valorizzazione pedagogica – sia, quindi, a Mercato che nella Penisola: ricordiamo – tra queste date – l’anno 1947, quando fu varata la legge numero 1599. Con l’istituzione della Scuola popolare contro l’analfabetismo. Nel 1958, poi, tale tipo di istituzione educativa e formativa viene (venne) arricchita dalla direzione generale per la vigilanza e il coordinamento delle attività della scuola popolare. S. Severino non era da meno, seguendo tale progetto: negli anni ’50 anche le frazioni erano “dotate” di corsi popolari – in numero sempre crescente. Nel 1961, un’altra apposita norma di legge sancì – anche nel Sanseverinese – la presenza più massiccia di ulteriori corsi in aggiunta agli altri funzionanti. Furono inoltre stanziati altri sette miliardi per incentivare l’istruzione e formazione parascolastica, e quindi debellare il pur cospicuo tasso d’ignoranza e di analfabetismo ancora esistente. S. Severino, ancora, protagonista attivo in questo senso. Nel 1969, ecco i già citati Csep (o Centri sociali di educazione permanente). Mercato S. Severino salì sul podio (a livello nazionale), grazie ai pregevoli risultati ottenuti – in precedenza – con il frequentato e seguito Centro di lettura. Venendo alla storia dei nostri giorni, ecco le normative più recenti in materia di istruzione over 18: l’ordinanza ministeriale 455 del 29 luglio 1997, con cui vennero creati i Ctp – o Centri territoriali per l’istruzione degli adulti; poi, le direttive rifacentesi al 2012 – con la regolamentazione dei cosiddetti corsi serali, nell’ambito dei Cpia (da allora autonomi). Ancora, i regolamenti del 2015 e altre leggi più moderne – che hanno dato pieno corpo alla strutturazione e caratterizzazione di questi importanti organi educativi. Un convegno volto anche verso l’orizzonte prossimo – quindi – è questo dell’11 ottobre. Si parlerà autorevolmente di tematiche educative, con riflessioni e discussioni. Futuribili e attualissime.

09062017 AnnaMariaNoia

Riceviamo e pubblichiamo volentieri un articolo della 
Dott.ssa  Anna Maria Noia.

 

 

 
Banner
Banner
Banner
 

Sondaggio

Vi piace il nuovo sito?
 

News sul territorio

cronacaCronaca
Tutte le notizie sui fatti accaduti nella nostra citta.

politicaPolitica
La vita politica e le news di Mercato S. Severino.

Lo sport locale

calcioCalcio
Le news delle squadre presenti sul territorio.

volleyVolley
La Rota Volley, formazione del campionato femminile serie B1

altri-sportAltri sport
Non solo calcio... ma tanto e tanto altro sport.


Banner

b e n v e n u t i
Citta di Mercato S. Severino