Benvenuti

sul portale dedicato alla città di Mercato S. Severino

 

 

 

Banner
Banner
Banner
News sul territorio Cronaca “ARTISTI AL VANVITELLI” LE MOSTRE CON ENZO MAROTTA E MARIA MICCOLI
“ARTISTI AL VANVITELLI” LE MOSTRE CON ENZO MAROTTA E MARIA MICCOLI PDF Print E-mail
Wednesday, 11 September 2019 00:00

pittore

Nuovo protagonista, per quanto concerne l’esposizione pittorica permanente “Artisti al Vanvitelli”: dopo Maria Miccoli – eclettica performer di Agropoli, in arte “Charrua” (presidente e cofondatrice del sodalizio locale “Dana”, che ha propulso l’evento) – un altro esponente di Agropoli terrà la mostra a Mercato S. Severino. Dal 9 al 22 di questo mese settembrino, nella location di palazzo Vanvitelli (orari: 9-12.30 o fino alle 18.30) saranno in vista le tele del pittore cilentano Enzo Marotta. Degno successore della Miccoli.

Per questo appassionato di arte, proprio l’Arte è “Creatività, emozione. Qualcosa che ognuno prova, ogni genere di opera la suscita. Arte è nobiltà e sensibilità d’animo”. Sono queste le riflessioni di tale artista, che imprime nel suo segno pittorico tra le tele il sole e il cielo, il vento, il mare di Agropoli. Come Maria “Charrua” Miccoli. Innamorati del proprio paese. Entrambi. Ma cosa intende rappresentare il nostro Enzo Marotta, tra le realizzazioni che gli innovano la vita? “Vedo che, in tutte le cose che ci circondano, molti dettagli ci sfuggono. Io invece intendo sottolineare un dettaglio, un particolare (non necessariamente in senso reale) che renda partecipe colui che guarda; per sollevarne un’emozione”. Ancora, Marotta esprime i suoi concetti sulla pittura; sul suo ispirarsi ai “predecessori” del passato. “Prevalentemente sono un figurativo – afferma – ma non mi ispiro a nessuno, particolarmente, del passato. Però apprezzo molto la tecnica e il modo di dipingere della corrente impressionistica”. E ciò lo si può notare, nelle opere dense di magia che corrispondono al proprio “credo” artistico – se così si può dire. Opere surreali e ricche di significati. Il Nostro dipinge da circa trent’anni – ci confida. “Iniziando – afferma – con piccoli bozzetti a matita, per relax. A casa. Sono orgoglioso del mio essere un autodidatta puro, non conosco – nel mio piccolo – la parola “accademia”. Nelle numerose estemporanee cui ho partecipato ho imparato molto. C’è sempre da imparare, nella vita”. Per trasmettere, dice lui, delle emozioni tenui o forti. Alla domanda su “Cosa può dare, offrire, regalare oggi l’arte (in generale) sia a tutti gli eventuali osservatori che – in special modo – alle nuove generazioni?” l’artista agropolese risponde convinto: “L’arte dà tutto: creatività, inventiva… Ma è anche molto utile, non futile. Offre riflessioni sui sentimenti e uno sguardo sul mondo. Però – a mio modesto avviso – sembra venga ignorata soprattutto dai giovani”. Ciò dispiace, a tale artista. La personale, che durerà fino al 22 settembre, assume come titolo – non a caso – “Tradizioni e storia di un territorio”. Le tinte utilizzate dal Nostro sono evocative, precise, toccanti. È – o sembra – un sognatore malinconico, romantico. Per quanto concerne l’artista Miccoli, ella ha esposto – sempre al municipio di S. Severino (palazzo Vanvitelliano) – a partire dal 26 agosto fino all’8 settembre. Anche lei ha dimostrato di possedere idee chiare, riguardo la visione del mondo dei manufatti e delle pitture. Intervistata, ecco i punti salienti del suo “comporre” opere artistiche. La personale era intitolata: “Energia, arte e fisica”. Un (ideale) connubio tra la scienza e la poesia in immagini. Con vari e stretti gangli di contatto tra diverse esperienze disciplinari. L’intervista: “L’arte è espressione di sé stessi” – esprime con sintesi e rapidità. “Quello che penso e voglio lo rappresento appunto tramite la pittura e l’arte. Mi appassiona il mondo della fisica quantistica e della matematica; non produco solo tele, qualsiasi supporto è valido per creare, per emozionare. Si può sviluppare un discorso tramite ogni materiale”. “Tra gli artisti dei secoli trascorsi, ho studiato e/o ho preferito soprattutto Paracelso e Leonardo da Vinci; però adoro la materia della fisica quantistica. Mi sono avvicinata, appunto, a tali studi a partire da Leonardo – grazie a una continua evoluzione di questi argomenti scientifici. Mi interessa il rapporto tra pittura e matematica, lo studio dei numeri frattali e la loro poeticità. La mia idea di pittura, dunque, non è un concetto legato all’esteriorità e alla convenzionalità”. Ed ancora, la Nostra pensa: “I quadri sono solo all’inizio, nel mio cammino esperienziale; in futuro, vorrei che alle mie mostre ci fossero legno e poi installazioni video”. Quindi una sperimentatrice, curiosa di ogni forma espressiva – sempre legata, però, alla scienza e all’avvenirismo. Tra fisica e irrealtà emotiva. Da quando dipinge? “Da sei anni”. “Sono partita come autodidatta, poi ho seguito un corso concernente la pittrice tedesca Helga Fraumanner. Che mi ha fornito le basi tecniche e il metodo”. Invece, la concezione del messaggio artistico, per Charrua, è “espressione esteriore e interiore di chi crea rispetto all’osservatore”. Cosa può dire oggi l’arte, alle nuove generazioni? La risposta, secondo l’Agropolese, è: “Essere parte di un tutto. Microcosmo e/o macrocosmo, ma l’importante è capire come ognuno di noi; ogni essere umano sia parte di un ologramma – alla fine. Ciascuno di noi, ogni uomo o donna ha la sua grande importanza in seno a questo Tutto. Secondo me – esprime ancora la pittrice – l’individuo non deve conformarsi a un cliché bensì restare sé stesso. Tutti i sé stessi contribuiscono a creare questo mare magnum che è l’universo. Non guardo ai problemi, alle questioni sociali; però credo all’immensità del tutto”. E queste sono le ultime parole dell’espositrice. “Artisti al Vanvitelli”, invece, continua.

09062017 AnnaMariaNoia

Riceviamo e pubblichiamo volentieri un articolo della 
Dott.ssa  Anna Maria Noia.

 

 

 
Banner
Banner
Banner
 

Sondaggio

Vi piace il nuovo sito?
 

News sul territorio

cronacaCronaca
Tutte le notizie sui fatti accaduti nella nostra citta.

politicaPolitica
La vita politica e le news di Mercato S. Severino.

Lo sport locale

calcioCalcio
Le news delle squadre presenti sul territorio.

volleyVolley
La Rota Volley, formazione del campionato femminile serie B1

altri-sportAltri sport
Non solo calcio... ma tanto e tanto altro sport.


Banner

b e n v e n u t i
Citta di Mercato S. Severino