Benvenuti

sul portale dedicato alla città di Mercato S. Severino

 

 

 

Banner
Banner
Banner
News sul territorio Cronaca Salvatore De Caro “Eccellenze Italiane 2019”
Salvatore De Caro “Eccellenze Italiane 2019” PDF Stampa E-mail
Domenica 03 Febbraio 2019 00:00

vinoIl principe della pizza e del “panuozzo” conquista nuovamente il titolo di ristoratore gourmet, nella fattispecie delle “Eccellenze Italiane 2019” – bissando così il successo dello scorso anno. Stiamo parlando di Salvatore De Caro, braciglianese che gestisce un’accorsata attività culinaria – non solo pizzeria – a Mercato S. Severino. L’indiscusso maestro (ed artista) della pizza – il locale (anche osteria) è ubicato in piazza Alfredo Rocco al capoluogo – è da venti anni al top delle “classifiche gastronomiche” del gusto, grazie all’impegno dello staff della trattoria. Un team che permette di deliziare il palato e il gusto dei suoi sempre più numerosi clienti.

Un must, nella Valle Irno; un appuntamento fisso con la golosità e il buon cibo – questo è quanto intende rappresentare il ristorante “L’arte della pizza”. Che, infatti, festeggia (celebra) in questo 2019 il suo “primo” ventennale e un opportuno restyling con il secondo riconoscimento consecutivo di “Eccellenze Italiane”. L’onorificenza è assegnata da un pool di esperti a livello nazionale, che valuta secondo determinati criteri: item come esperienza, professionalità, qualità dei prodotti e degli ingredienti utilizzati sia nella preparazione delle squisite pizze e dei rinomati “panuozzi” che dei piatti tipici e genuini della tradizione braciglianese e sanseverinese. Ma non solo. Già nel 2018, Salvatore ha ricevuto questo premio. “Eccellenze Italiane” promuove la valorizzazione di varie aziende di caratura nazionale, tra cui le imprese addette alla ristorazione. Un apposito portale web illustra questo riconoscimento per le piccole e medie imprese della Penisola – o Pmi. Oltre ottomila le attività gastronomiche censite in tutto lo Stivale. E - tra queste - emergono la fatica, il sacrificio, la dedizione, l’abnegazione, la costanza e soprattutto la passione di Salvatore de “L’arte della pizza”. E, con lui, Mercato S. Severino; Bracigliano; il comprensorio irnino: un’eccellenza “bis” (doppia, 2018-2019) che lo rende orgoglioso del suo “primo posto” in tutta la provincia di Salerno e in quella di Avellino. L’avventura parte nel 1999, grazie all’intraprendenza del giovane Salvatore. Un ragazzo con alle spalle tanta gavetta, sulle orme (tradizione di famiglia) del nonno Giuseppe – che egli ricorda con affetto e commozione. È stato lui a trasmettergli la sapiente maestria del “maneggiare” (e poi cucinare) la pizza. Salvatore De Caro, 45enne sposato e con figli, esercita il mestiere di pizzaiolo e – più in generale – di ristoratore da trenta anni. Dopo le prime esperienze con il nonno sopra citato, ha appreso i segreti della sua professione (più che altro, una mission) da Lello Apicella a Tramonti. Il segreto più “evidente” – se così possiamo affermare – è appunto sotto gli occhi di tutti: consiste nella freschezza e genuinità dei prodotti usati nella sua attività commerciale. Tutti beni a km 0, locali e caratteristici. Questo – effettivamente – segna la differenza. Ed è per tal motivo, evidentemente, che il locale è stato doppiamente premiato (in passato, altre onorificenze). I responsabili di “Eccellenze Italiane” hanno attuato delle indagini, valutando sia la pizza che gli altri cibi. Prodotti come la cipolla ramata di Montoro, il mallone braciglianese e i pomodori di note aziende conserviere del comprensorio han fatto bella mostra di sé, in questa vera e propria vetrina del gusto di S. Severino – mettendo d’accordo i severi giudici. “L’arte della pizza” di Salvatore De Caro produce più di trenta specialità (bianche e rosse) del classico impasto creato da Raffaele Esposito nell’800 (fu costui ad essere considerato lo “inventore” della delizia, patrimonio dell’Unesco nonché inserita in Gazzetta Ufficiale; per molti la paternità della pizza verace partenopea è controversa. Si perde nella notte dei tempi. Basti pensare che già se ne cibavano Greci e Romani). Altrettanti i gusti dei “panuozzi”. A quanto pare, Salvatore è stato il primo in Campania – dichiara – ad aver proposto il “panuozzo” senza glutine per i celiaci. A proposito del riconoscimento (doppio) egli afferma: “Sono due premi che mi riempiono di orgoglio, questi successi mi ripagano di tutti i sacrifici di questi anni, al servizio delle persone. Penso sia un onore, un vanto, anche per S. Severino. Ringrazio tutti i miei collaboratori e l’amministrazione di S. Severino, in particolare il sindaco Antonio Somma e l’assessore alle Attività Produttive Michela Amoroso per avermi incoraggiato nel mio cammino”. Tra la clientela del giovane chef, anche volti noti del jet set e dello show.biz. Ad esempio Biagio Izzo, ma non solo. Il sogno di De Caro è dunque divenuto realtà: “Ho cercato – dice il Nostro – di favorire lo sviluppo del commercio locale con l’acquisto di ingredienti a km 0, reperibili nelle nostre zone”. Il ventennale dell’esercizio commerciale è stato commemorato nella scorsa primavera, mediante una cerimonia ad hoc. Vi ha preso parte anche l’assessore Michela Amoroso, in rappresentanza dell’intera amministrazione. Auguriamo il meglio a “L’arte della pizza”, tra qualità e convenienza; fantasia e sapori decisi, meridionali: frutti della nostra terra e del lavoro di tanti contadini e produttori.

09062017 AnnaMariaNoia

Riceviamo e pubblichiamo volentieri un articolo della 
Dott.ssa  Anna Maria Noia.

 
Banner
Banner
Banner
 

Sondaggio

Vi piace il nuovo sito?
 

News sul territorio

cronacaCronaca
Tutte le notizie sui fatti accaduti nella nostra citta.

politicaPolitica
La vita politica e le news di Mercato S. Severino.

Lo sport locale

calcioCalcio
Le news delle squadre presenti sul territorio.

volleyVolley
La Rota Volley, formazione del campionato femminile serie B1

altri-sportAltri sport
Non solo calcio... ma tanto e tanto altro sport.


Banner

b e n v e n u t i
Citta di Mercato S. Severino