Preciousland: “home”. Un nuovo video per Montagnani Print
Sunday, 03 February 2019 00:00

ScriptoriumUn nuovo video per Antonio Montagnani, in arte PreciousLand: il 36enne di Salerno, producer, dj e sperimentatore di hit deep house ed elettroniche, annuncia l’uscita del singolo di sua fattura “Home” – che sta per casa, patria. Il clip, il cui teaser o trailer è già apparso nei giorni scorsi sul canale You Tube, è stato “ufficializzato” venerdì 25 gennaio scorso, proprio su You Tube. Il filmato dura 5 minuti; le riprese sono state girate tra Mercato S. Severino (presso il municipio, ovvero palazzo Vanvitelli) e Cava De’ Tirreni – al castello di S. Adiutore (solo però il trailer, mentre le scene ritraggono il centro storico di Cava stessa).

Scopo dell’autore, quello di “valorizzare le bellezze naturali e artistiche delle nostre zone”. Patrocinio morale dei due Comuni, infatti. Già in precedenza, PreciousLand ha ambientato un video – per la cronaca: “Cyclope” – sul castello dei principi Sanseverino. Il brano (con relative immagini) di cui trattiamo (invece) adesso – prodotto in chiave country e con stacchi di note di violino - è nato dalla collaborazione con il cantautore statunitense Kevin Milner e con la star austriaca Louis Nostitz. La nascita del singolo ha una storia curiosa, legata a un problema alle corde vocali di Milner. Che desidererebbe, dopo un recente intervento e delle cure per recuperare la voce, visitare l’Italia. Montagnani e l’autore Usa hanno scelto il viennese Nostitz, dopo molti “provini” ed audizioni via web. “Home” ha richiesto circa un mese di intenso lavoro. Il videoclip si avvale della partecipazione del regista ed attore campano Fabio Massa, sul set della fiction “Un posto al sole” (Rai Tre) e noto anche per aver preso parte a “La squadra” – sempre sulla terza rete televisiva italiana. Il Salernitano (Precious/Montagnani) aveva indetto ad aprile una raccolta fondi on line, per realizzare le riprese. Senza considerevoli risultati. Ma il Nostro non si è certo arreso, ed adesso coglie i frutti (meritatissimi) del suo impegno in campo musicale. Ricordiamo che il suo nickname, lo pseudonimo, il “nome d’arte” è derivato dall’unione (acronimo) di “Precious” – in onore della band anni ’80 “Depeche mode” – e “Land”, ossia il territorio e l’ambiente. Montagnani è conosciutissimo in campo internazionale, per l’instancabile e indefessa ricerca nel campo della musica elettronica – od “Edm”: “Electronic dance music”. Un vero talento del nostro territorio, costante e meticoloso. Da sempre, la passione per la sperimentazione sonora lo unisce a doppio filo alla voglia di andare avanti nel campo dello show.biz – soprattutto nel contesto culturale delle sonorità house. Ma, a parte ciò, PreciousLand è un ragazzo come tanti – semplice, con la testa a posto; senza grilli per il capo. Educato e responsabile. La propria competenza in campo musicale parte da lontano: anni fa ha frequentato il conservatorio “Martucci” di Salerno; non ha mai rinnegato le sue origini meridionali, campane, salernitane. Oltre a “Cyclope”, con le immagini dell’avito maniero normanno-svevo-angioino-aragonese che dà lustro ai Sanseverinesi, il 36enne ha prodotto anche “Fool”. Girato, però, nel Cilento. Perché “Fool”? Il titolo/tema si rifà alla traduzione dall’Anglosassone “Inganno”, sebbene “fool” significhi anche “folle”, “pazzo” – in funzione aggettivale. L’ispirazione (per “Inganno”, per “Fool” come sostantivo) è al cantante David Persson – testo appunto del giovane salernitano. “Home” – che ricorda, come citato, gli scenari più caratteristici di S. Severino e di Cava – è stato arrangiato con perizia e maestria. Da un’idea “condivisa” tra il dee-jay italiano e Kevin Milner (conosciuto per caso su Facebook), per poi coinvolgere – come detto sopra – Louis Nostitz. Un lavoro internazionale, dunque, che mira a raggiungere le giovani generazioni. La hit – singolo e clip – parla lo stesso linguaggio degli odierni adolescenti. Ma è anche per famiglie. Ricordando le zone più lussureggianti, notevoli, caratteristiche, peculiari del Sud. Per ritrovare le nostre radici comuni.

09062017 AnnaMariaNoia

Riceviamo e pubblichiamo volentieri un articolo della 
Dott.ssa  Anna Maria Noia.