Rota Volley – Diobra Sambuco 3-0 Print
Written by Troisio   
Sunday, 17 October 2010 16:54

articoli-volleyRota Volley :n.1 Piccione 12p, n.2 Inglese, n.3 Mangini 6p, n.4 Paolini (Cap) 18p, n.7 Fastellini, n.8 Macedo 2p, n.10 Mutti 12p, n.11 Giogli, n.12 Liguori 13p, n.13 Rink 1p, n. 6 Gentile (Lib). All.Grezio, in II Albanese.
Diobra Sambuco: n.1 Bellapianta 11p, n.3 Caldarelli D., n.5 Caldarelli G., n.6 Cacace, n.7 Febo, n.9 Bratti, n.10 Di Gioia, n.11 Spinosi (Cap)6p, n.13 Giordano 6p, n.15 Di Muzio, n.13 Lestini 4p, n.16 Diodato 5p, n.8 Speranza (lib). All. Caldarelli, in II Diodato.

Arbitri: Colucci e Labriola di Matera. La Rota Volley, comincia nel migliore dei modi, con una vittoria netta e meritata, davanti al pubblico amico di Mercato S.Severino, le atlete di coach Grezio si sbarazzano per 3 a 0 delle avversarie in poco più di un ora, dimostrandosi affidabili e ciniche, pronte ad affrontare nelle migliori condizioni questa stagione. Il tecnico della Rota propone Rink come alzatrice, Liguori e la neo arrivata Piccione schiacciatrici, Paolini opposto, Mangini e Mutti centrali con Gentile a libero, coach Caldarelli oppone Diodato palleggiatrice, Spinosi e Lestini sulle bande, centrali Cacace e Giordano, opposto Bellapianta con Speranza libero, ma già dal primo set si vede netta la superiorità tecnica e tattica della Rota Volley, le ospiti provano ad opporsi blandamente, ma nulla possono sotto le potenti bordate di Paolini e della Piccione, le padrone di casa si impongono per 25 a 18, nel secondo parziale la musica è la stessa con le ragazze di Grezio autentici mattatrici, le centrali Mutti e Mangini non perdonano e Gentile non lascia niente a terra in fase difensiva, ci si impone per 25 a 14, e nel terzo e ultimo set arriva il trionfo, Rynk serve le gioate migliori per la Liguori e la subentrata Macedo, a dimostrazione della netta superiorità, anche atletica che la Rota Volley riesce a proporre sul parquet, si vnce il set per 25 a 13, e la gara per 3 a 0. Alla fine tanti applausi e l’abbraccio dei tifosi, il cammino è ancora lungo, ma chi ben comincia è a metà dell’opera.

SCAFURO ANTONIO

Articolo tratto dal sito Voce Sport - Testata Sportiva.
http://www.vocesport.it

Last Updated on Sunday, 17 October 2010 17:00