Benvenuti

sul portale dedicato alla città di Mercato S. Severino

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Le Nostre Rubriche Si.. Viaggiare
Isole Flegree

flegreeIsole Flegree
Qui dove il mare luccica

Un’area geologica dai bollenti spiriti.

L’area flegrea, che comprende la porzione a ovest di Napoli e le isole di Ischia, Procida e Vivara, è tutta un ribollir di fumarole, e un saliscendi di crateri e vulcani sottomarini la cui attività ha portato nei secoli al formarsi delle tre perle tirreniche.

Le Isole Flegree attirarono i naviganti greci fin dall’VIII secolo a.C., che qui ambientarono diversi miti. Tra questi c’è quello delle “Pithecussae”, le isole delle scimmie, ovvero gli animali in cui furono trasformati i due greci colpevoli di essersi fatti beffa del potente Zeus.

Ischia è la maggiore delle tre sorelle flegree ed è costituita da ben sei comuni: Ischia, suddivisa in Ischia Ponte e Ischia Porto, Barano d’Ischia, Casamicciola Terme, Forio, Lacco Ameno e Serra Fontana. Grazie al particolare colore del tufo e alla vegetazione rigogliosa che la riveste, è chiamata isola verde. L’origine vulcanica le ha regalato anche sorgenti termali che l’hanno resa una delle mete più apprezzate, nonché la capitale del termalismo europeo. Molto interessanti sono poi le bellezze architettoniche, tra cui spicca lo splendido Castello Aragonese.

Procida è un’incantevole e placida isoletta dalle sobrie case colorate, gli stretti vicoli e il paesaggio mediterraneo che ha ispirato la penna di Elsa Morante. Procida è “L’Isola di Arturo”, ma è anche l’isola de “Il Postino”, commovente film con Massimo Troisi che qui girò alcune scene. La piccola e disabitata Vivara, collegata a Procida da un ponte oggi inagibile, è un’oasi protetta di grande valore naturalistico.
Da Visitare
Il nucleo storico d’Ischia è racchiuso attorno all’antico Castello Aragonese, che sorge su un promontorio collegato al resto dell’isola tramite un ponte. Salendo alla rocca, a piedi o con l’aiuto dell’ascensore, si possono visitare diverse chiese tra cui quella dell’Immacolata, con la cupola che annuncia la sua presenza fin da lontano, il Convento delle Clarisse con il cimitero annesso, la Cattedrale dell’Assunta con il chiostro dai pregevoli affreschi, le carceri risorgimentali e le terrazze dalla vista spettacolare. Vale poi la pena spingersi sull’altro lato dell’isola, in località Sant’Angelo, per scoprire un caratteristico borgo di pescatori dalle botteghe scavate nel tufo. Qui le rocce sono levigate e quasi pettinate dal vento, che le rende splendidamente ondulate.

Procida è un intrico di stretti vicoletti dove spuntano chiese e dimore antiche ad ogni angolo. Tra le zone più pittoresche c’è il borgo medievale di Terra Murata, ricco di edifici storici tra cui l’Abbazia di S. Michele, ricca di opere d’arte, ex voto e preziosi manoscritti. Da qui la vista è mozzafiato e abbraccia la suggestiva Punta dei Monaci e il bellissimo e colorato villaggio di pescatori Corricella. Non perdetevi infine i “giardini di Elsa”, lo splendido parco letterario circondato da frutteti dove la Morante scrisse il suo famoso romanzo.

 
Banner
Banner
Banner
 

Sondaggio

Vi piace il nuovo sito?
 

News sul territorio

cronacaCronaca
Tutte le notizie sui fatti accaduti nella nostra citta.

politicaPolitica
La vita politica e le news di Mercato S. Severino.

Lo sport locale

calcioCalcio
Le news delle squadre presenti sul territorio.

volleyVolley
La Rota Volley, formazione del campionato femminile serie B1

altri-sportAltri sport
Non solo calcio... ma tanto e tanto altro sport.


Banner

b e n v e n u t i
Citta di Mercato S. Severino