Benvenuti

sul portale dedicato alla città di Mercato S. Severino

 

 

 

Banner
Banner
Banner
News sul territorio Cronaca Stanziamento di 6 milioni di euro per il polo scolastico di Mercato S. Severino
Stanziamento di 6 milioni di euro per il polo scolastico di Mercato S. Severino PDF Print E-mail
Sunday, 14 March 2021 00:00

Logo MSSBuone notizie per quanto concerne il polo scolastico di istruzione superiore “Publio Virgilio Marone”, a Mercato S. Severino: in arrivo ben 6 milioni di euro dedicati alla struttura. Il nuovissimo complesso di scuole secondarie di II grado, allocato tra le frazioni S. Vincenzo e Lombardi, è stato consegnato da pochissimi anni alla cittadinanza e/o agli studenti. Purtroppo la drammatica situazione, dovuta al Covid e ai contagi, non ha consentito alle nuove generazioni studentesche – anche da comuni e zone limitrofi – di poterne fruire appieno.

Erano decenni che si propugnava l’istituzione del nuovo complesso, proprio tra S. Vincenzo e Lombardi: in precedenza gli alunni, gli insegnanti e gli amministrativi risiedevano – per la maggior parte delle classi e/o degli indirizzi di studio – nell’inidoneo centro sociale “Marco Biagi” al capoluogo. Oppure molte aule erano (ed in parte ancora sono – si spera ancora per poco tempo) allocate tra le frazioni Pandola; Valle; Piazza del Galdo. Ancora prima, il “vecchio” nucleo (quello originario di tanti anni fa) del liceo/ginnasio e dell’istituto tecnico commerciale era ospitato nei locali fatiscenti o meglio insicuri (decenni fa, adesso sono opportunamente in fase di restauro) del convento di S. Antonio – sempre a S. Severino centro.La prima “svolta”, per quanto riguarda l’edificazione del polo di istruzione superiore, è stata nel 2012. Allora l’amministrazione comunale era presieduta dal sindaco Giovanni Romano. Nove anni fa, dunque, venne ampiamente diffusa e veicolata dai media locali (e non) la notizia dell’inizio dei lavori riguardo le strutture educative. Tanto attese ed agognate, da diverse generazioni di allievi e di docenti. Ma anche dagli impiegati (amministrativi) e dal personale parascolastico od Ata. Anche, ma non soltanto per questo, a causa dei salti di corrente che il “Virgilio” (attualmente comprendente svariati indirizzi di studio – tra licei ed istituti tecnici, per una popolazione scolastica di migliaia di studenti) vedeva accadere (molto frequentemente, di continuo) quando i locali erano quelli del centro sociale. A causa di una centralina difettosa od obsoleta. Tornando a noi, nel 2012, si parlò del nuovo polo scolastico - soprattutto - in un incontro al Municipio; la data era il 22 settembre. Presente proprio il primo cittadino Giovanni Romano, assieme agli organi comunali di quegli anni. Parteciparono – altresì – il presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli (è difatti la Provincia la responsabile dell’edilizia scolastica, appunto, superiore); l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici Marcello Feola; i responsabili Nunzio Carpentieri e Lorenzo Criscuolo; tanti altri. La cittadella scolastica, così era denominata – con il grande entusiasmo di allora – era pronta ad accogliere gli alunni del “Virgilio”. Soddisfatta la dirigente scolastica – oggi come allora – Luigia Trivisone. Il progetto originario (lavori affidati alla ditta “Iennaco”; investiti oltre 7 milioni di euro in totale) prevedeva la realizzazione di ben trentacinque aule didattiche; otto laboratori ed altrettanti uffici; una mensa con servizi annessi; una biblioteca; un campetto; un’area parcheggio. Ed inoltre: aree per servizi “comuni” nonché un auditorium ed una palestra. Proprio questi ultimi edifici hanno… “causato” (indirettamente, diciamo così) polemiche e malumori – qualche anno fa: alcuni quotidiani locali, infatti, nel 2016 lamentavano il blocco dei lavori nell’area preposta ad allocare il complesso. Pareva – dichiaravano appunto anni fa alcune “fonti” e/o articoli di giornale – che fossero… “terminati i fondi”. Ma si vociferava anche che non erano stati costruiti proprio la palestra e l’auditorium suddetti. Sebbene – affermavano sempre le “voci” dei “soliti” bene informati – il progetto iniziale prevedesse questi due locali. Ma lasciamo le polemiche ancorate al passato. Per farla breve, dopo tanto tempo e dopo varie visite – istituzionali o non – al cantiere, con rassicurazioni da parte dei presidenti della Provincia e/o di altri politici succedutisi in questi nove anni (ricordiamo l’impegno dell’attuale presidente provinciale Michele Strianese; del sindaco attuale Antonio Somma e degli amministratori precedenti; degli assessori preposti e del consigliere Carlo Guadagno) ecco che il polo è stato consegnato. Finalmente, nuovo di zecca. Due anni fa. Purtroppo, pur essendo avvenuto il “trasloco” dal centro sociale al “centro” scolastico attuale, l’avvento del Covid-19 non ha consentito l’utilizzo ottimale di aule e uffici. Però, ecco che in questi giorni una buona notizia ha rasserenato gli animi di prof, collaboratori ed assistenti nonché studenti – animi provati dal fenomeno Coronavirus. Ora ci sono curiosità e attesa, per sfruttare gli spazi della struttura. È recente l’informazione che il polo scolastico riceverà – a brevissimo - un finanziamento di ben 6 milioni di euro dall’Ente Provincia. Sui circa 26 milioni stanziati dalla Provincia stessa, per l’edilizia scolastica dell’ampio comprensorio provinciale. L’annuncio è stato dato – anche, tra gli altri soggetti istituzionali - dallo stesso sindaco di S. Severino, Somma, sulla pagina Facebook del proprio profilo “social”. Sarà così completato un nuovo corpo aule, laboratori, palestra – all’interno della cittadella liceale. “Uno splendido risultato per la città di Mercato S. Severino – esprime il sindaco – che ha visto assegnato, per gli interventi, circa il 25% delle risorse a disposizione della Provincia di Salerno”. Soddisfazione anche da parte dell’assessore alle Politiche Culturali Enza Cavaliere – che ha da sempre propugnato, con forza e caparbietà, la “causa” del nuovo polo educativo a Lombardi-S. Vincenzo. Contentezza è stata espressa poi dai consiglieri Rosa Ascolese e Felice De Santis – che hanno posto l’accento sullo “straordinario risultato conseguito dall’amministrazione comunale, grazie alla sinergia con la Provincia di Salerno”. Finalmente – asseriscono i due consiglieri – “il polo scolastico sarà completo di tutti gli spazi necessari, per una struttura all’avanguardia”.Ringraziamenti – da parte dell’esecutivo sanseverinese – al presidente Strianese; ai membri del settore Edilizia scolastica e Patrimonio (con responsabile Angelo Michele Lizio); al consigliere provinciale delegato all’Edilizia scolastica, Antonio Sagarese. In questi ultimi giorni, il 7 maggio scorso, il sindaco di Mercato S. Severino (Somma); il presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese e altri governatori del territorio hanno visitato appunto la nuova struttura – retta dalla Trivisone. Oltre ai succitati politici e/o amministratori locali, ad onorare studenti; corpo docente; personale tecnico-amministrativo e (naturalmente) la “Ds” Luigia Trivisone ecco anche l’onorevole Piero De Luca. Avvocato e deputato, quasi 41enne, un curriculum di tutto rispetto. È figlio del governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, ma non “vive” di “luce riflessa” – se così possiamo affermare: anzi è un amministratore capace, pur essendo molto giovane. L’incontro con i vertici dell’Ente Provinciale e con Piero De Luca, ha scritto la preside: “ha consentito agli studenti di partecipare attivamente alle attività civiche; il cui fine – asserisce sempre la Trivisone – è quello di tener vivo il pensiero critico, che nutre il nostro comune agire”.“L’opera imponente del polo scolastico che è stato realizzato – dichiara la Ds – è da completarsi; questo ingente impegno di spesa corona l’antico investimento”. “Ci auguriamo – afferma ancora la preside – che la messa in cantiere, sia della palestra che delle aule necessarie ad accogliere studenti, sia celere”.Questo “affinché – sono parole di Luigia Trivisone - tutti possano godere di ambienti sicuri e al passo coi tempi”. “Qui potranno potenziarsi relazioni e rapporti interpersonali, forieri di progresso e di crescita”. A chiosa, ecco come conclude la dirigente: “La pianificazione delle azioni dei prossimi mesi sarà intrapresa dall’ingegner Michele Lizio e dal suo staff operativo: Conti; Caiazzo; Avellino. Staff che ben conosce le azioni già intraprese e da intraprendere, nell’interesse dell’intera comunità”. Ci si augura, allora, che ben presto l’istituto “Virgilio” possa godere appieno della luminosità ed ergonomia dei nuovi locali. Un istituto molto prestigioso, quello di S. Severino, che consente un’ampia scelta di vari indirizzi di studio – sia liceali che professionali. Una vera e propria eccellenza comprensoriale – che merita strutture all’avanguardia; avveniristiche e solide. Dove poter “fare cultura” e preparare le giovani e fervide menti dei ragazzi; dei cittadini di domani. Tutto ciò anche grazie alla professionalità e alla preparazione, soprattutto umana e sociale, degli insegnanti e degli educatori. Con un plauso ai vari presidi che si sono succeduti al “timone” della realtà didattica sanseverinese – così ambita anche nei comuni limitrofi. L’offerta pedagogica ed educativa è sempre molto interessante e concreta.

.

09062017 AnnaMariaNoia

Riceviamo e pubblichiamo volentieri un articolo della 
Dott.ssa  Anna Maria Noia.

 
Banner
Banner
Banner
 

Sondaggio

Vi piace il nuovo sito?
 

News sul territorio

cronacaCronaca
Tutte le notizie sui fatti accaduti nella nostra citta.

politicaPolitica
La vita politica e le news di Mercato S. Severino.

Lo sport locale

calcioCalcio
Le news delle squadre presenti sul territorio.

volleyVolley
La Rota Volley, formazione del campionato femminile serie B1

altri-sportAltri sport
Non solo calcio... ma tanto e tanto altro sport.


Banner

b e n v e n u t i
Citta di Mercato S. Severino