Benvenuti

sul portale dedicato alla città di Mercato S. Severino

 

 

 

Banner
Banner
Banner
News sul territorio Cronaca 10 dicembre 2020 - Messa in suffragio di Diego Armando Maradona
10 dicembre 2020 - Messa in suffragio di Diego Armando Maradona PDF Print E-mail
Tuesday, 08 December 2020 00:00

lutto

Un ulteriore tributo, l’ultimo, al campione Diego Armando Maradona – scomparso a 60 anni, lo scorso 25 novembre. Un saluto, un commosso omaggio al “Pibe de oro” da parte dei “suoi” tifosi, fan, simpatizzanti e supporter di Mercato S. Severino (e non solo): giovedì 10 dicembre, alle 20.00, la chiesa della SS. Annunziata (località Costa) fungerà da cornice a una celebrazione liturgica in suffragio dell’anima del grande calciatore fantasista. Certo, una figura controversa e contraddittoria – ricca di luci e di (molte) ombre. Però una leggenda; un “mito” che – come si sa – prescinde dal modello, da colui che può insegnarti a vivere… “correttamente”, diciamo così.

Un simbolo di riscatto e di orgoglio per due popoli: quello argentino, presso cui è vissuto in povertà – senza mai smentire, del resto, le sue umili origini - e quello partenopeo per il quale – ancora adesso – è un vero e proprio simbolo etnografico e antropologico: un performer, un feticcio, un totem; infine un ideale.A celebrare la funzione sarà don Gerardo Lepre – parroco della frazione Costa. L’evento, se così si può dire, è stato voluto da alcuni tifosi sanseverinesi - di Costa e di altre zone limitrofe – in collaborazione con il locale club “Napoli”. Il club ha una storia gloriosa, nel Sanseverinese: sorto agli inizi degli anni ’80, con la partecipazione di personaggi di spicco – fedelissimi del Ciuccio Blu – del comprensorio (il consulente discografico ed ex commerciante di articoli musicali Carlo Casale – titolare di “Co…ca in”, attualmente “riconvertito” in “Memorystock; il simpatico e gioviale Franco Caruso, detto: “Franco o’ barbiere”; Alfonso De Caro e tanti altri illustri personaggi della S. Severino che fu) è stato “riaperto” (per così dire) da cinque anni (2015).Un centinaio i soci fondatori; attualmente il sodalizio – ubicato in via Livatino, al capoluogo – è retto da Luciano Caruso. Tra membri più e/o meno recenti, di adesso o del passato; tra affiliati più (e/o meno) assidui; tra gli “appartenenti” ai vari direttivi succedutisi dal 2015 ad oggi ricordiamo – oltre al presidente Caruso - in ordine sparso: Agostino D’Angelo, Marco “Rost” Aliberti; Guido Iannone; Pasquale Grimaldi; Alfonso Verlezza, Pierpaolo Montuori; Raffaele Di Giacomo; Antonio Concilio; Pasquale Vitale; Franco Iannone (con la sua famiglia); Tommaso Leone; Gianni Alfano, Gaetana “Tania” Molinaro; Augusto Ansalone; Carmine Del Regno; tanti altri ancora. Il sodalizio sportivo, oltre a offrire – in sede – la possibilità di assistere ai match della più nota e rinomata squadra meridionale (appunto il “mitico” Napoli), organizza varie trasferte, in tutta Italia – ma non solo. Tuttavia i soci non dimenticano le persone più sfortunate, i meno abbienti: sin dai primi anni di attività, accanto alle consuete tavolate conviviali di fine campionato (verso maggio/giugno degli scorsi anni) tra soci, nel periodo natalizio sono state previste numerose occasioni di beneficenza – quali le tombolate, con ricchi premi da consegnare alla Caritas interparrocchiale di Mercato S. Severino.Molti e variegati prodotti sono stati gentilmente offerti dai commercianti della cittadina; da sempre molto sensibili e umani, attenti ai bisogni e alle necessità di ciascuno. Un modo per divertirsi (quello delle tombolate di solidarietà) e, al contempo, per dare un segnale di “positività”; di impegno; di attenzione nei confronti degli umili – di chi soffre. Tornando a noi e alla Messa “dedicata” al Diego nazionale, i sostenitori del Napoli club - di concerto con don Gerardo e con i fan di Costa (tra i quali Luigi Ingenito) - hanno deciso di farla celebrare proprio giovedì 10, perché si tratta di una data non molto lontana dalla scomparsa di Maradona ma neppure eccessivamente a ridosso delle festività natalizie, che incalzano. Si è pensato di “invitare” o – meglio – di “coinvolgere” amministratori attuali e del passato che abbiano amato la squadra e il suo leader carismatico; un “uomo solo al potere” che ha donato il suo generoso cuore ai Napoletani (di ogni dove) per molti anni. Con tanto di due scudetti e di vari riconoscimenti ottenuti, conquistati con il sudore della fronte. Ad esempio, sarebbe bello – per tutti gli “organizzatori” della celebrazione – vedere tra i banchi della chiesa Giovanni Romano, già sindaco di Mercato S. Severino – tra i probabili “invitati”. Alcune indiscrezioni “assicurano” che sono state invitate anche altre “autorità” locali. “Il nostro – spiegano dal club, insieme a Luigi Ingenito e ad alcuni residenti di Costa – vuol essere appena un piccolo contributo alla memoria di Diego Armando Maradona; per onorarne la memoria e riconoscerne la grande e generosa genialità”.“Quello che Dieguito ha dato al nostro Meridione – esprimono e chiosano – è motivo di orgoglio per tutti quanti noi”.In particolare, Luciano Caruso ricorda come “La mano de Dios” è sicuramente “Il giocatore più estroso di tutti i tempi”. E non solo quello.

09062017 AnnaMariaNoia

Riceviamo e pubblichiamo volentieri un articolo della 
Dott.ssa  Anna Maria Noia.

 
Banner
Banner
Banner
 

Sondaggio

Vi piace il nuovo sito?
 

News sul territorio

cronacaCronaca
Tutte le notizie sui fatti accaduti nella nostra citta.

politicaPolitica
La vita politica e le news di Mercato S. Severino.

Lo sport locale

calcioCalcio
Le news delle squadre presenti sul territorio.

volleyVolley
La Rota Volley, formazione del campionato femminile serie B1

altri-sportAltri sport
Non solo calcio... ma tanto e tanto altro sport.


Banner

b e n v e n u t i
Citta di Mercato S. Severino